Passer au contenu

Seguici

PAGAMENTO ALLA CONSEGNA

Contattaci

Crema contro i punti neri

Crema contro i punti neri

CREMA CONTRO I PUNTI NERI

Come ribadito e specificato a più riprese, l’unico metodo valido per eliminare dal nostro volto i tanto odiati punti neri consiste nell’affidarsi ad un apposito aspiratore, perfettamente in grado di rimuovere gli accumuli di sebo depositati nei comedoni aperti e di ricompattare, al contempo, un’epidermide ormai priva di elasticità e soggetta a frequenti recidive. Se i cerotti, infatti, risultano un rimedio troppo blando ad un problema complesso, lo schiacciamento manuale rischia di produrre danni abnormi e le black mask si limitano ad ammorbidire la pelle.
Per quanto Poppy rappresenti un’ottima soluzione all’insorgenza e alla recidive dei punti neri, il dispositivo garantisce una maggior efficacia e un livello di protezione dell’epidermide massimo se utilizzato congiuntamente ad una crema che possa rallentare il ripresentarsi di punti neri e altre impurità.
L’azione abbinata di Poppy con una crema contro i punti neri ottimizza i risultati.
L’impiego di una crema contro i punti neri, al termine di ogni seduta domestica effettuata con Poppy, aiuta infatti a massimizzare i vantaggi del dispositivo e limitare quei minimi effetti collaterali (legati a temporaneo rossore) che potrebbero presentarsi in seguito all’impiego dell’aspiratore. Spalmare un’apposita crema per punti neri dopo aver rimosso per intero il sebo contenuto nei comedoni aperti tramite Poppy andrà quindi, da un lato, a conferire sollievo alla pelle al termine della “battaglia” e, dall’altro, a migliorarne l’elasticità, in ottica di prevenire la comparsa dei comedoni aperti.
Un singolo strumento, per quanto efficace, non risulta quasi mai sufficiente al raggiungimento di un obiettivo piuttosto complesso.
Dato che l’eliminazione dei punti neri rientra a pieno titolo nella categoria “obietti complessi”, armatevi di pazienza e preparatevi a comprendere perché l’impiego di una crema contro i punti neri può rivelarsi più che utile al nostro scopo.

COSA SI INTENDE PER CREMA CONTRO I PUNTI NERI

Come ho premesso, l’applicazione di un’apposita crema contro i punti neri deve avere luogo in sede di post-utilizzo di Poppy e deve necessariamente tenere presente le peculiarità del dispositivo adottato.
L’obiettivo della nostra crema contro i punti neri non è dunque quello di rimuovere i comedoni aperti (operazione vana, tramite una singola crema), ma quella di lenire l’eventuale rossore legato all’utilizzo e di agire sulle strutture intime dell’epidermide, per impedire che i comedoni rimangano di nuovo aperti, favorendo la sedimentazione del sebo al loro interno.
Dato che, cioè, la crema contro i punti neri che andremo ad adottare non ha il compito di rimuovere dal nostro volto i comedoni aperti, interamente già rimossi da Poppy, ma quello di ridare elasticità perduta alla pelle, il primo consiglio che voglio dare è quello di evitare prodotti dal potenziale esfoliante.

UNA CREMA CONTRO I PUNTI NERI DEVE ESSERE IDRATANTE

Interroghiamoci quindi su quello che la nostra pelle ci chiede a seguito dell’eliminazione avvenuta mediante Poppy. Per quanto sicuro, anallergico e dolce, Poppy rappresenta comunque una cura ad una problematica cutanea piuttosto ostica e come tale va considerata.
L’azione estrattiva dei punti neri garantita da Poppy attacca il comedone aperto nei suoi meandri più bui, andando ad “aspirare” anche quei residui di sebo che risultavano irraggiungibili con i cerotti per punti neri o, ancor meno, tramite l’azione esercitata attraverso la pressione delle nostre dita. Più che naturale, quindi, che la pelle possa accusare un minimo di sofferenza dopo l’utilizzo, dato che l’azione dell’aspiratore è andata ad interferire con le sue strutture più intime, trovando tutto quello che i comedoni aperti cercavano di nascondere.
Quello che dobbiamo fare adesso, è cercare di alleviare la minuscola e temporanea sofferenza della pelle e andare, al contempo a sfruttare il vuoto creatosi nei comedoni per impedirne il ritorno.

LA CREMA CONTRO I PUNTI NERI ALLEVIA IL ROSSORE

Come saprai senz’altro, alla base della formazione dei punti neri è un meccanismo di occlusione dei pori dell’epidermide che si inceppa, favorendo il ristagno del sebo, prodotto a partire dalle apposite ghiandole delle quali il volto abbonda.
I piccoli pori che hanno originato i punti neri, quindi, hanno per un momento cessato di chiudersi a dovere, aprendo la porta ad accumuli di sebo, e sono rimasti incautamente aperti per tutta la durata della persistenza dei punti neri sul nostro volto.
Come avrai intuito, la rimozione del sebo dai punti neri libera naturalmente i pori dell’epidermide da quel medesimo impedimento meccanico che impediva loro di chiudersi ed è proprio ora che dobbiamo andare ad agire in profondità, per impedire che il punto nero si riformi e che i nostri sforzi risultino vani.
Quale tipologia di crema contro i punti neri potrebbe quindi raggiungere i tessuti epidermici più profondi, penetrare nei fori della pelle, conferire loro sollievo e ripristinare l’elasticità, messa a serio rischio dalla temporanea atrofia? Una buona crema idratante è in grado di fare tutto questo, senza troppa spesa e senza una sovrabbondanza di ingredienti che potrebbero, alla lunga, irritare ancora di più una pelle già provata dallo sforzo estrattivo.

UNA CREMA ALL'ALOE CONFERISCE ELASTICITA' ALLA PELLE E RESTITUISCE TUTTI I MACRONUTRIENTI

Come premesso, l’impiego di una crema idratante risolve entrambe le problematiche legate alla comparsa di un temporaneo rossore e alla perdità di elasticità, dovuta alla pessima occlusione dei pori, poi divenuti comedoni aperti. 
Una crema all'Aloe idratante favorisce la microcircolazione a livello locale, consentendo ai capillari di irrorare le aree del volto rimaste “all’asciutto” dopo il processo estrattivo.
Andando ad idratare la pelle con una crema studiata appositamente, il lieve e temporaneo rossore cutaneo si allevierà in pochi istanti, fino a scomparire del tutto quando le cellule presenti sul naso e ai lati delle guance riprenderanno il loro processo tale grazie all’afflusso di liquidi e sangue.
L’impiego di una crema all'Aloe consente di restituire tutti quei macronutrienti della pelle che sono stati aspirati ma di cui abbiamo bisogno.

QUALE CREMA ALL'ALOE SCEGLIERE

Se ti stai domandando, giunto a questo punto, quale crema all'Aloe scegliere per terminare il processo iniziato con Sunny e terminato con Poppy, ti preannuncio subito che la risposta è molto semplice. 
Abbiamo studiato per mesi assieme ad una importante azienda Italiana del settore cosmetico una crema che potesse rappresentare la migliore soluzione per il post-trattamento di Poppy.
E' così che dopo infiniti test e moltissimi sforzi è nata Cary!
Cary grazie alla propria formulazione riesce a:
- Alleviare il rossore che potrebbe presentarsi a fine trattamento
- Donare elasticità alla pelle
- Restituire alla pelle tutti i macronutrienti che sono stati rimossi durante il trattamento
- Ridurre il ripresentarsi di impurità nella zona trattata
DOPO CENTINAIA DI TEST CI SENTIAMO DI AFFERMARE CHE CARY E' LA MILGIORE CREMA CHE POSSIATE UTILIZZARE PER UN POST-TRATTAMENTO PERFETTO

Servizio clienti 24/7

Spedizione 24h

+10.000 clienti soddisfatti

Garanzia di 1 anno